news.torna_indietro
Revoca definitiva del divieto di sorpasso per i mezzi pesanti tra Vicenza est e Vicenza Ovest
18 Juli 2019

Con l'ordinanza n. 3511 del 1 luglio 2019 (https://bit.ly/2GjnsUO) la società Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova ha disposto, a partire dalle ore 00.00 del 01 luglio 2019, la revoca definitiva del divieto di sorpasso tra mezzi pesanti tra i caselli autostradali di Vicenza Ovest e Vicenza Est, in entrambe le direzioni di marcia.

Una decisione che la società ha assunto a valle di una sperimentazione condotta, seguendo quanto testato in precedenti e positive esperienze, nel tratto compreso tra i caselli autostradali di Vicenza Ovest e Vicenza Est dal 22 dicembre 2018 al 30 giugno 2019. La sperimentazione ha permesso di riscontrare notevoli risultati in termini di sicurezza: nel periodo di test infatti la riduzione degli incidenti nel tratto interessato è stata del 30% rispetto all'anno precedente con una riduzione dell'82,9% dei veicoli pesanti coinvolti.

L’ordinanza interessa i veicoli di massa autorizzata superiore a 12 tonnellate adibiti al trasporto di cose nel tratto tra i caselli Vicenza Ovest (km 327+055) e Vicenza Est (km 334+662), in entrambi i sensi di marcia, e prevede contestualmente la chiusura delle piazzole di emergenza poste alle progressive chilometriche 331+300 ovest, 328+500 est, 329+000 est, 329+700 ovest, come già stabilito nel periodo di sperimentazione.

L'introduzione della revoca del divieto di sorpasso e la conseguente sperimentazione iniziata a fine del 2018 si era resa necessaria alla luce dei crescenti volumi di traffico, in particolare commerciale, nel tratto compreso tra i caselli autostradali di Vicenza Ovest e Vicenza Est dove era in vigore il divieto di sorpasso dei mezzi pesanti. Per la necessità di ottemperare a tale divieto, si verificavano frequenti incolonnamenti di veicoli pesanti lungo la corsia di marcia lenta nel tratto tra i due caselli interessati, in entrambe le direzioni di marcia con conseguente riduzione delle distanze di sicurezza. Tali incolonnamenti generavano inoltre situazioni di turbativa al traffico per i veicoli in uscita ai caselli di Vicenza Ovest e Vicenza Est. A causa degli incolonnamenti, infatti, alcuni veicoli giungevano fino in prossimità delle citate uscite transitando in corsia di marcia veloce, compiendo poi per uscire delle manovre potenzialmente pericolose caratterizzate da brusche frenate o scambi repentini di corsia.

La notevole riduzione dell'incidentalità riscontrata nel periodo di sperimentazione ha così consentito la revoca definitiva del divieto di sorpasso. Un provvedimento che, oltre ad aumentare la sicurezza, potrà concorrere, attraverso una diminuzione delle sequenze di frenata e di accelerazione, anche a un miglioramento della fluidità della circolazione.