news.torna_indietro
Abertis a Venezia per sostenere la rete delle Riserve della Biosfera Mediterranea della Regione Adriatica
23 April 2018

L’impegno del nostro gruppo in ambito ambientale è costante e a tutto tondo. Grazie alla Fondazione Abertis infatti, oltre alle attività orientate a ridurre l'impronta di carbonio generata dall'attività economica del Gruppo, promuoviamo la conservazione della biodiversità delle aree naturali in cui siamo presenti.

Con il titolo "La rete delle riserve della biosfera mediterranea. Verso una cooperazione strategica con la regione adriatica", si è svolta nei giorni scorsi a Venezia la presentazione del CIURBN per rafforzare la cooperazione con le Riserve della Biosfera delle regioni adriatica e ionica.

L'evento, organizzato congiuntamente dalla Fondazione Abertis e dall'Università Autonoma di Barcellona sotto l'egida dell'UNESCO, è stato presieduto da Salvador Alemany, presidente di Abertis e della Fondazione Abertis; Ana Luiza Thompson-Flores, direttrice della delegazione UNESCO in Italia; e Carlos del Río, presidente di A4Holding, filiale di Abertis in Italia.

Nel suo discorso di apertura, Salvador Alemany ha ricordato la volontà del Centro UNESCO della Fondazione Abertis di consolidarsi come riferimento di eccellenza, di fungere da modello di cooperazione tra le due sponde del Mediterraneo nelle questioni relative alle Riserve della Biosfera e di costituirsi come agente facilitatore per lo sviluppo di accordi e legami tra di esse.

All'incontro ha partecipato anche Roser Maneja, coordinatore scientifico del Centro UNESCO; Vanja Debevec, direttrice della riserva carsica slovena; Sergio Rossi, specialista in biologia marina all'Università di Bologna; e Sergi Loughney, direttore delle relazioni istituzionali e CSR di Abertis e direttore della Fondazione Abertis.

Loughney ha sottolineato che questo progetto, in collaborazione con un'entità dipendente dalle Nazioni Unite come l'UNESCO, trasmette solidità e trasparenza, concetti chiave nella politica CSR delle aziende del 21° secolo.

Durante la cerimonia di chiusura, Miguel Clüsener-Godt, direttore della divisione UNESCO delle scienze della terra, ha evidenziato l'importante ruolo delle partnership pubblico-private, un aspetto chiave per la creazione di progetti futuri per il prestigio di CIURBN in altri paesi del mondo.

 

La rete delle riserve della biosfera mediterranea

Per avere informazioni più approfondite in merito è possibile esplorare il sito della rete della riserva della biosfera mediterranea (RRBMed).

 

Fondazione Abertis

La Fondazione Abertis è stata fondata nel 1999 come organizzazione senza scopo di lucro, con l'obiettivo di rispondere all'impatto che l'attività economica del Gruppo Abertis ha nei diversi territori e paesi in cui il Gruppo è presente. La Fondazione ha sempre dato priorità alle azioni relative alla sicurezza stradale, all'ambiente e all'azione sociale, in linea con il Piano strategico di responsabilità sociale d'impresa di Abertis.

Il Castello di Castellet, sede della Fondazione Abertis, è stato dichiarato nel 2013 Centro Internazionale UNESCO per le Riserve della Biosfera Mediterranea e, da allora, si è affermato come centro per la diffusione di idee, progetti e conoscenze fungendo da stimolo per l’interesse del patrimonio culturale e naturale, essendo paradigma di gestione sostenibile del patrimonio.