IL NOSTRO CONTRIBUTO PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE

L’impegno del Gruppo A4 Holding per la salvaguardia dell’ambiente si concretizza in attività di business svolte nel rispetto delle politiche ambientali adottate, nell’implementazione di processi di gestione  efficaci e nell’utilizzo delle migliori tecnologie disponibili.  

MATERIE PRIME DI MASSIMA QUALITÀ

Nella gestione delle linee di business relative alle infrastrutture di viabilità e alle opere in generale, la razionalizzazione nell’utilizzo dell’ampia gamma di materie prime, dei semilavorati e dei prodotti finiti diventa un elemento chiave e un criterio al quale prestiamo costante attenzione per garantire sempre la massima qualità e sicurezza. Il consumo di materiali riciclati e il recupero dei rifiuti ci accompagnano nella trasformazione dei cicli di attività, sia di quelli interni che di quelli esterni, con l’obiettivo di riorientarli progressivamente verso la circolarità.

RIDUZIONE DELL’IMPRONTA DI CARBONIO

L'implementazione di azioni volte a ridurre le emissioni di gas serra richiede il coinvolgimento di diversi gruppi di interesse, nonché la necessità di re-immaginare il ruolo delle infrastrutture in relazione alle sfide del cambiamento climatico. Lo studio di queste categorie e la loro evoluzione su base annuale ci consente di valutare la performance in termini di carbon footprint.
 

Numerosi sono i progetti in favore dell’ambiente:

  • Progressivo rinnovamento del parco auto aziendale con nuove vetture meno inquinanti tra cui auto elettriche e auto ibride.
  • Predisposizione di stazioni di ricarica elettrica e di impianti per il rifornimento di carburanti alternativi
  • Installazione di pannelli fotovoltaici presso l’Autoparco Brescia Est e nelle principali aree di servizio.
  • Reimpianti nel rispetto della biodiversità di ogni specifica area, per un totale di 1.300 piante nel 2020.
  • Favorire i sistemi di telepedaggio, che sulle tratte A4 Brescia–Padova e A31 Valdastico si attestano al 74%.
EMISSIONI GRUPPO A4 HOLDING 2020

I cambiamenti legati alla pandemia avvenuti nella mobilità e nell’operatività aziendale hanno avuto un impatto diretto sulle emissioni totali, che nel 2020 sono diminuite del 20,46% rispetto all'anno precedente, fino a raggiungere i 1,2 milioni di tonnellate di CO2 equivalente. Nello specifico, il 99,28% delle emissioni totali (Scope 3) è diminuito del 20,56% e le emissioni dirette (Scope 1) dell’11,45%, mentre le emissioni derivate dal consumo di elettricità (Scope 2) registra un sostanziale stallo, con un incremento di appena 0,45%.

0.19%
Scope 1
0.53%
Scope 2
99.28%
Scope 3