Back to all articles
Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova pronta a gestire in A4 gli effetti sul traffico dei cantieri dell’Alta Velocità ferroviaria fra Brescia e Verona
10 December 2020

Sono stati recentemente avviati dal consorzio Cepav Due i lavori della linea ferroviaria ad alta velocità tra Brescia Est e Verona, cioè il lotto lombardo-veneto del Core Corridor TEN T Mediterraneo, un’infrastruttura ferroviaria che coinvolgerà per circa quattro anni di lavori il territorio di 11 comuni nelle province di Brescia, Verona e Mantova, per la realizzazione di un tracciato ferroviario di circa 48 km.

La linea AV/AC Brescia Est-Verona si svilupperà per lo più in affiancamento all’autostrada A4 Brescia-Padova e alla linea ferroviaria convenzionale e la realizzazione delle importanti opere infrastrutturali di progetto avrà necessariamente una ricaduta su viabilità e traffico autostradale in entrambi i sensi di marcia, considerate le riduzioni di carreggiata, le interruzioni della corsia di emergenza in ampi tratti e le chiusure totali di carreggiata in fascia oraria notturna.

Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova quindi, in piena e fattiva collaborazione con il consorzio Cepav Due, si è già attrezzata per gestire al meglio qualsiasi tipo di interferenza con l’ordinaria gestione della viabilità e del traffico a cui potrebbero essere esposti i viaggiatori durante questo periodo di lavori, non solo sulla tratta compresa fra i caselli di Brescia Est e Sommacampagna in provincia di Verona, ma sull’intera A4 da Brescia a Padova.

A tal proposito, oltre al rafforzamento dell’informazione preventiva sulle programmazioni dei lavori e a un ulteriore potenziamento di squadre dedicate alle attività di sorveglianza dei cantieri in aggiunta al già significativo pattugliamento e alla gestione operativa della viabilità da parte degli Ausiliari della Viabilità , è stata costituita e finanziata un’apposita struttura di progetto dedicata, un team di PMO altamente specializzato che avrà il compito di  sovrintendere e coordinare, dal punto di vista gestionale, lo sviluppo delle attività di ingegneria, anche queste affidate ad una squadra dedicata e specializzata,  quelle relative all’esercizio dell’autostrada e di relazione con Cepav Due.

Il team di Project Management Office, PMO, a cui è affidata la gestione programmatica delle attività, sia del gruppo di ingegneria, sia degli altri attori interni alla società, sarà quindi affiancato dal team di ingegneria che avrà invece il compito di sovrintendere alle attività di assicurazione qualità (AQ) delle operazioni svolte dal Consorzio Cepav Due oltre che verificare che le prescrizioni elaborate in fase di progettazione siano rispettate durante l’esecuzione.

In questa prima fase di attività il PMO è dedicato alla pianificazione e programmazione del piano di gestione della commessa (Project Management Plan – PMP), ovvero delle attività e delle relazioni con Cepav Due, che si svilupperanno quando il gruppo tecnico-specialistico sarà designato e attivato. Successivamente il team di PMO sarà chiamato a sovrintendere e coordinare, dal punto di vista gestionale, lo sviluppo delle attività di ingegneria, quelle relative all’esercizio dell’autostrada e di relazione con Cepav Due

Un grande impiego di forze e competenze per fronteggiare al meglio le possibili ricadute dei cantieri Cepav Due sull’operatività autostradale grazie all’adozione di modelli innovativi quali l’implementazione di un PMO e di squadre dedicate per garantire ai viaggiatori la massima sicurezza ed il minor disagio possibile.